google.com, pub-7670756866030866, DIRECT, f08c47fec0942fa0 Gerry Creations

Slide

giovedì 6 giugno 2019


Buon giorno a tutte mie care amiche.

E con un cornetto cosi', appena sfornato é proprio un bel buon giorno non trovate?



Voglio proprio aprire in bellezza questo Giugno proponendovi la ricetta di questi cornetti semintegrali con miele, che sono deliziosi, e soffici come una nuvola. A volte si dice come quelli del bar ma col cavolo! Questi sono molto meglio. Pensate che stia peccando un po' di presunzione? Non ci credete ancora? 
Guardate questo video...



...ed ora credo che non vi sia rimasto nessun dubbio ma sola la voglia di provare a farli con le vostre mani. Allora passiamo subito alla ricetta che si svolge in tre fasi.

RICETTA CORNETTI SEMINTEGRALI CON MIELE

1 FASE da fare al mattino alle 9
(prefermento)
80 gr di Li.Co.Li rinfrescato in settimana e preso direttamente dal frigorifero
200 gr. di latte
200 gr. di farina di forza per lievitati (13% di proteine)



Mescolare le farine con il Li.Co.Li e lasciare riposare coperto l'impasto ottenuto. Per la fermentazione occorrera' un tempo che va' dalle 8 alle 10 ore a seconda della temperatura. 

2 FASE ore 17
(impasto)
il prefermento in precedenza preparato 
100 gr. di farina di forza per lievitati (13% di proteine)
200 gr. di farina integrale 
100 gr. di zucchero
1 cucchiaino di miele 
100 gr. di olio di semi di girasole
2 uova medie
un pizzico di sale

Mescolare tutti gli ingrediendi meglio se con una planetaria o comunque con una impastatrice. Questi impasti hanno bisogno di essere lavorati piuttosto a lungo,  quando la pasta si sara' quasi asciugata ossia si stacca facilmente dal gancio e dalle pareti della ciotola é pronta. Ora buttiamola su di un piano di lavoro e facciamo "sbattendola" ripetutamente delle pieghe questo le conferira' ulteriore forza e consistenza. Questa operazione si chiama in gergo di panificazione Slap and fold Mettiamo ora l'impasto in una citola, copriamo ed attendiamo un paio di ore la lievitazione. 

3 FASE 19,30
(formatura cornetti)

Prendiamo l'impasto e mettiamolo sulla spianatoia leggermente infarinata. Con il matterello (dalle mie parti mattarello) tiriamo una sfoglia spessa circa 3/4 mm. 



Ritagliamo dei triangoli che avranno come base cm. 7 e cm. 18 di altezza. 
Praticate un taglietto in verticale nella meta' della base. Tenedo leggermente tirato l'impasto arrotolateli partendo dalla base fino alla punta. 

Posate i cornetti cosi' ottenuti, su di una teglia con carta da forno. Metteteli abbastanza distanziati fra loro perche' aumenteranno di volume quasi del doppio. 



Copriteli con della pellicola trasparente, ma non a contatto con i cornetti che si potrebbero attaccare. Io li ho messi dentro al forno spento e li ho lasciati tutta la notte. 


 Ed ecco come si presentavano alla mattina belli cicci e gonfi. Da notare che non ho potuto farli tutti grandi uguali, ero troppo stanca per prendere bene le misure mannaggia!


Pero' bellocci bellocci!


Ho acceso il forno statico a 160 gradi e non appena raggiunta la temperatura, con gia' l'acquolina in bocca, ho infornato la mia teglia di cornetti. 


Sono stata tutto il tempo, circa 20/30 minuti, incollata davanti allo sportello del forno. Proprio come facevo quando ero bambina e mia mamma infornava un dolce. Non vi dico il profumo, un rapido controllino con uno stecchino per vedere la cottura e voila' eccoli appena sfornati.




E finalmente dopo una spolverata di zucchero a velo sono pronta per la colazione.


Sono sofficissimi, guardate che meravigliosa alveolatura indice di un ottima lievitazione. 



Con questa ricetta me ne sono venuti 19, ma dipende anche dalle dimensioni che si fanno. Una teglia l'avevo fatta con cornetti di misure piu' piccole. Comunque ora una parte li ho congelati cosi' quando voglio, basta prenderli fuori passarli un attimo in microonde ed eccoli buoni e caldi come appena sfornati.

E' possibile realizzare la stessa ricetta con il Lievito Madre , od anche con il lievito di birra (8 gr. dovrebbero essere abbastanza) ma naturalmente con quest'ultimo i tempi saranno ben diversi e potrebbero essere necessari aggiustamenti di farina e liquidi. 

La prossima volta provero' a farli salati quindi continuate a seguirmi, a presto.

Germana Contini Dülger



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento