google.com, pub-7670756866030866, DIRECT, f08c47fec0942fa0 Gerry Creations: Portulaca stufata con riso

Slide

sabato 20 luglio 2019

Portulaca stufata con riso


Buon sabato care amiche. 
Come state? Io bene ed oggi vi propongo una ricetta davvero diversa dal solito. Insomma a me piace mangiare bene, con gusto ma anche sano utilizzando ingredienti a volte dimenticati o adirittura sconosciuti. Vi voglio parlare della PORTULACA gia' il nome é tutto un programma, ma nonostante questo nome un po' difficile e ricercato si tratta di una pianta molto modesta ma dalle grandi proprieta'. Ne esistono tante varieta' di cui alcune ornamentali che regalano delziose fioriture colorate.  Eccone un esempio in questa foto presa dal web.



Ma della portulaca conosciuta anche come porcellana ne esiste una varieta' commestibile che si chiama PORTULACA OLERACEA. Si tratta di una pianta succulenta considerata infestante infatti creasce spontaneamente un po' ovunque. Ha fusti carnosi con un caratteristico portamento strisciante. Le foglie di un bel verde chiaro sono a forma di goccia. I piccoli fiori di colore giallo, anch'essi commestibili si schiudono con il sole per poi cadere la sera stessa. Eccola nel mio giardino.


Conosciuta fin dall'antichita' in cucina puo' essere utilizzata in tante ricette. Cruda, nelle insalate o mescolata a Yogurt turco, protagonista anche nelle zuppe oppure come ve la presento io stufata con una manciata di riso, non un primo non un contorno ma un piatto unico. Una vera delizia. Prima di passare alla ricetta vediamo le proprieta' di questa verdura. Contiene acidi grassi Omega 3, tante vitamine e sali minerali ottimo alleato per la salute sopratutto consumata cruda. Qualche controindicazione per chi soffre di caloli renali.
(Informazioni prese dal web)

Ed ecco i pochi ingredienti che ci servono per preparare questo gustoso piatto. 
per due  persone
2 pomodori
1 cipolla
2 /3 cucchiai di olio di semi
1 peperone (facoltativo)
500 gr. di portulaca
1 cucchiano di conserva
60 gr. di riso
2 bicchieri di acqua c.ca
sale, pepe q.b.

Ora vi saluto e vi lascio alla video ricetta, a presto.



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento