Slide

lunedì 15 novembre 2021

   Pan Bauletto o pane in cassetta

Buongiorno e buona settimana. 

Oggi vi voglio raccontare una piccola storia. Quando ero piccola ed andavo alla scuola elementare, ricordo che la mia mamma mi metteva nella cartella la merenda per l'ora di ricreazione. La mia merenda consisteva in due fette di pan carre' fatto in casa farcite con marmellata di more anch'essa rigorosamente fatta in casa dalla nonna. Odiavo questa merenda! Al suono della campanella guardavo i miei compagni scartare la loro merenda spesso avevano la crescentina fritta, quella acquistata, bella unta che lasciava grandi macchie di olio sul sacchetto in cui era incartata, oppure belle merendine confezionate nei loro celofan colorati, insomma loro erano piu' fortunati di me e a volte cercavo di scambiare la mia merenda fatta in casa! In realta' c'erano figli i cui genitori lavoravano entrambi e quelli come me che avevano la mamma casalinga o quasi che poteva permettersi ed avere il tempo di cucinare cose sane e genuine. Capisco questo con il senno di poi, ed ora, oltre ad avere il piacere di cucinare cose sane sapendo cosa ci metto dentro riscopro i sapori di un tempo. Ecco come al solito mi sono dilungata, per presentarvi la ricetta del mio Pan carre', pane in cassetta o negli ultimi tempi meglio conosciuto come Pan bauletto. Comunque lo voglite chiamare tutti sanno di cosa stiamo parlando e cioé quel tipo di pane che una volta affettato viene comunemente usato per tosat, sandwich o tramezzini. 

E' possibile realizzare il Pan bauletto con farina bianca o altri tipi di farine io l'ho preparato con farina bianca mescolata a farina con semi come lino, canapa, girasole ecc. ed é venuto strepitoso. Nell'attesa di provare una versione semintegrale vi racconto come l'ho realizzato. 

Gli ingredienti che occorrono sono:

450 gr. di farina bianca (se possibile con proteine al 13% circa) 

30 gr. di farina integrale con semi

7 gr. di lievito disidratato attivo oppure 7 gr. di lievito disidratato oppure 15 gr. di lievito di birra fresco opppure 200 gr. di lievito madre (con quest'ultimo si allungeranno tutti i tempi di lievitazione e sara' necessario aggiungere un po' piu' latte o acqua)

250 gr. di latte tiepido

1 uovo intero a temperatura ambiente

1 e mezzo cucchiaino di zucchero

un pizzico di sale se lo volete piu' saporito un cucchiaino

50 gr. di olio di oliva (se il vostro olio di oliva é molto forte mettete 25 gr. e 25 gr. di olio di semi)

Stampo da plum cake 25,5 x 12 cm.

Preparazione:

Per prima cosa scaldo il latte al quale aggiungo lo zucchero ed il lievito ed attendo che si reidrati per 15 minuti. Se usate il lievito disidratato ma non attivo, il lievito fresco o il lievito madre basta aggiıngerli al latte e mescolare affinche si sciolgano ma senza attendere. Aggiungo alla miscela latte e lievito tre/quattro cucchiai di farina, mescolo e lascio riposare per 15 minuti. Trascorso il tempo di attesa in cui noterete sull'impasto qualche bollicina, unisco l'olio e mescolo, l'uovo e mescolo poi piano piano la farina e quasi verso alla fine aggiungo il sale. Quando l'impasto comincera' ad avere una consistenza per cui non é piu' possibile mescolarlo con la forchetta o frusta, lo verso sul piano di lavoro e lo impasto a mano, fino ad ottenere un bel panetto mordido ma che non si attacca ne alle mani ne al piano. Potrebbe accadere che la farina indicata nella dose sia un po' troppa o troppo poca, dipende dall'assorbimento della stessa, basatevi quindi sulla consistenza dell'impasto aggiungendo o togliendo all'occorrenza.

Mettiamo un filo di olio in una ciotola, adagiamo l'impasto e, se vogliamo, incidiamo sopra una croce per favorire la lievitazione. Compriamo con un coperchio o con la pellicola alimentare e mettiamo a riposare in forno con la lucetta accesa fino al raddoppio. In forno dove la temperatura viene mantenuta costante in genere occorrono 2 ore ma se avete usato una farina di forza potete lasciarlo anche 3/4 ore come ho fatto io ed otterrete un pane piu' leggero e fragrante. 

Trascorso il tempo di lievitazione, capovolgiamo la ciotola su di un piano leggermente infarinato e versiamo l'impasto. Allarghiamolo leggermete con le mani e con il mattarello spianiamo un quadrato della larghezza dello stampo e spesso circa 1 cm. Partendo da un lato arrotoliamo l'impasto su se stesso formando un salsicciotto che andremo a posare con la chiusura verso il basso in una stampo da plum cake imburrato e infarinato o rivestito da carta forno come ho fatto io. Coprima con pellicola e lasciamo lievitare ancora una mezz'ora o un'ora se volte. Comunque quando lo vedete bello gonfio é pronto per essere infornato. Il forno, statico e preriscaldato deve essere ad una temperatura di 200 gradi. C'é chi, prima di infornarlo fa' le incisioni sulla superficie per favorirne lo sviluppo, ma io non lo faccio. Lo cuocio per circa 30 minuti nel piano piu' basso del forno. Se vedete che la superficie diventa troppo scura mettete sopra un foglio di carta di alluminio. Prima di estrarlo dal forno verificate la cottura interna con un lungo stecchino da spiedino e se esce asciutto sfornate. Appena tirato fuori il pane dal forno spenellate velocemtente tutta la superficie con acqua, mettete una pellicola (attenzione a non bruciarvi) e lasciate cosi' fino al completo raffreddamento. 

Consigli e suggerimenti:

I tempi e le posizioni di cottura in forno sono indicativi ogni forno é diverso e nessuno lo conosce meglio di voi. Sconsiglio comunque la cottura ventilata che renderebbe la parte superiose troppo secca. Il pane si conserva in frigorifero dentro una pellicola massimo 3/4 giorni in quanto privo di conservanti. Puo' essere comunque congelato, in tal caso affettatelo sara' poi piu' pratico e veloce scongelarlo per l'uso. Se usate la carta da forno per rivestire lo stampo prima accartocciatela, bagnatela con acqua e strizzatela bene, sara' piu' facile darle la forma.

Ora scappo per la colazione, buona giornata!



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento